Vai alla piattaforma
Cerca

10 Lug 2020

Fondi anti-COVID per i cantieri dei comuni del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016

Immagine categoria

Nuovi fondi per i cantieri di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria che si occupano della ricostruzione a seguito del sisma del 2016.

Un’ordinanza del 9 maggio 2020 introduce nuove risorse per le regioni del Centro Italia colpite dal sisma del 2016; il termine per presentare le domande, prima fissato al 30 giugno, è stato prorogato fino al 31 luglio 2020.

Sono 20 milioni di euro i fondi dell’INAIL disponibili per la messa in sicurezza dei cantieri che operano nella ricostruzione dei territori interessati dal sisma in Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, e sono destinati all’acquisto di beni per arginare la diffusione del COVID-19.

In particolare, sono incluse nei finanziamenti tutte le spese effettuate e documentate tra il 19 marzo 2020 e il 30 giugno 2020 per:

  • Apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i costi di installazione;
  • Dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;
  • Apparecchiature acquistate per il distanziamento dei lavoratori da terzi (clienti, fornitori);
  • Dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro, strumenti per il controllo degli accessi e per rilevare indicatori di un possibile contagio;
  • Dispositivi e altri strumenti di protezione individuale.

I contributi, che corrispondono al 100% della spesa effettuata, non potranno superare l’importo di 10.000 euro complessivi per ogni beneficiario.

Per la presentazione delle domande online, che ricordiamo non può avvenire oltre il 31 luglio, INAIL e il governo si avvalgono del supporto di Invitalia. Di seguito il link tramite il quale è possibile scaricare la guida completa per la compilazione della domanda: https://www.invitalia.it/chi-siamo/area-media/notizie-e-comunicati-stampa/ricostruzione-fondi-inail-anticovid.

Fonti: