Vai alla piattaforma
Cerca

3 Giu 2020

Misure da attuare nei cantieri per gestire l’emergenza coronavirus

Immagine categoria

Nel Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) del 17 maggio 2020 sono state confermate le misure da adottare nei cantieri per arginare la diffusione del nuovo coronavirus.

  • Informazione

Il datore di lavoro è tenuto a informare chiunque faccia ingresso nel cantiere delle disposizioni dell’autorità, anche con l’ausilio di cartelli che segnalino le modalità di comportamento.

I lavoratori non potranno accedere al cantiere se la loro temperatura corporea risulterà maggiore di 37,5° (misurata all’ingresso del cantiere nel rispetto della privacy) e/o in presenza di sintomi da infezione respiratoria. 

I dipendenti devono comunicare prima dell’accesso in cantiere eventuali sintomi influenzali, il contatto con persone a rischio negli ultimi 14 giorni o uno spostamento da zone considerate a rischio.

  • Fornitori esterni

Per l’ingresso dei fornitori devono essere creati percorsi di ingresso, transito e uscita specifici, che riducano il contatto con i lavoratori presenti nelle strutture. Devono inoltre essere installati o individuati servizi igienici dedicati e separati da quelli del personale interno. 

  • Pulizia e sanificazione del quartiere

Il datore di lavoro deve assicurare la pulizia periodica di ogni spazio del cantiere compresi i mezzi d’opera e le cabine di guida, con particolare attenzione per i servizi igienici e le zone comuni quali spogliatoi e mense. 

È responsabilità del datore di lavoro o dell’incaricato verificare la corretta sanificazione degli ambienti e dei mezzi prima e dopo il loro utilizzo.

Gli operatori che svolgono la sanificazione devono essere obbligatoriamente dotati dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e gli indumenti necessari a evitare il contagio durante le operazioni.

Nell’eventualità in cui un dipendente risultasse positivo a COVID-19, si dovrà procedere alla sanificazione e ventilazione degli spazi.

  • Precauzioni igieniche personali

Ogni persona in transito nel cantiere deve praticare una corretta e frequente igiene delle mani, tramite l’uso di mezzi detergenti idonei messi a disposizione dal datore di lavoro.

  • Dispositivi di protezione individuale

Le mascherine devono essere utilizzate secondo quanto previsto dal Ministero della Salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dai loro aggiornamenti. 

Qualora non si possa rispettare la distanza interpersonale e non sia possibile l’acquisto dei DPI necessari per lavorare per scarsità degli stessi, si dovrà ricorrere alla Cassa Integrazione Ordinaria per il tempo necessario al reperimento dei DPI.

  • Gestione degli spazi comuni

Gli spazi comuni devono essere utilizzati in modo limitato per evitare contatti tra i lavoratori. Quando non si può fare a meno del loro utilizzo, l’ingresso dovrà essere contingentato, gli spazi sanificati periodicamente e ben ventilati. È importante che la sanificazione includa tastiere o schermi, compresi quelli dei distributori automatici.

È necessario mantenere in ogni momento la distanza interpersonale minima di 1 metro.

  • Riorganizzazione del cantiere

In linea generale si deve favorire il lavoro agile al lavoro in presenza. 

Le turnazioni e il cronoprogramma possono essere modificati per evitare assembramenti nelle aree del cantiere, così come possono essere riorganizzati gli spazi per garantire maggiore sicurezza.

  • Persona sintomatica in cantiere

Nel caso qualcuno inizi a presentare sintomi di infezione respiratoria (tosse, febbre sopra i 37,5°) dovrà prontamente comunicarlo al responsabile del cantiere che procederà a isolare il lavoratore e ad avvertire le autorità sanitarie competenti, tramite i numeri forniti dalle Regioni e dal Ministero della Salute.

Se dovesse risultare positivo al nuovo coronavirus, sarà interesse del datore di lavoro o del responsabile collaborare con le autorità sanitarie per applicare le misure necessarie alla riduzione dei contagi anche tra il personale che è stato a contatto con il lavoratore positivo.

Fonte: