Vai alla piattaforma
Cerca

28 Apr 2020

Emergenza coronavirus e piani di continuità operativa per le aziende

Immagine categoria

In piena emergenza coronavirus, quali sono gli strumenti che dovrebbe avere un’azienda per affrontare un’interruzione delle attività produttive?
Ecco come creare un Piano di Continuità Operativa (PCO) da applicare in situazioni di emergenza sanitaria, catastrofe naturale e altre contingenze.

Cos’è un Piano di Continuità Operativa?

Un Piano di Continuità Operativa (PCO) è un documento che viene redatto dall’azienda per prepararsi e reagire prontamente di fronte a imprevisti di vario genere come l’attuale emergenza coronavirus, pensato per prevenirne la chiusura a lungo termine o una diminuzione produttiva durante una situazione obbligata di stop totale o parziale delle attività.

Il PCO permette il mantenimento di una produttività accettabile, la tutela e la salvaguardia dei propri dipendenti e, se ben studiato, porta ad una minimizzazione delle perdite economiche.

Come ideare un PCO?

Hai un’azienda che lavora online? Dovrai creare un PCO che tenga conto di un possibile cyber-attacco. Nella tua fabbrica produci materiale altamente infiammabile? Dovrai pensare a un piano in caso di incendio.

Un PCO creato ad hoc rispetto ai rischi della tua azienda è ciò di cui hai bisogno. 

Prima di cominciare nella stesura del tuo PCO, inizia da queste domande:

  • Che cosa cambierebbe nella tua azienda/attività a seguito dell’evento di rischio?
  • Quali strategie si potrebbero mettere in atto per mitigare tale rischio?

Come scrivere un PCO?

Una valutazione del rischio specifica per ogni locale dell’azienda è indispensabile: uffici, magazzini, negozi, laboratori; ognuno di questi ambienti ha delle peculiarità e potrebbe necessitare di procedure più dettagliate o semplicemente diverse.

Identifica tutti i possibili punti critici della tua catena produttiva e studiane le vulnerabilità. Questo ti aiuterà a creare alternative valide da applicare in una situazione di emergenza.

Non sottovalutare la collaborazione di tutti gli attori: la risposta dei tuoi colleghi e dipendenti è infatti fondamentale e i loro ruoli vanno stabiliti con chiarezza e descritti nel PCO.

Come applicare un PCO e tenerlo sempre aggiornato?

Prima di approvare e rendere operativo il PCO della tua azienda, assicurati di non aver tralasciato nulla. Prova a domandarti:

  • Il piano funziona o ha debolezze?
  • È aggiornato? Ci sono nuovi rischi che non sono stati valutati inizialmente?

Per il corretto funzionamento del PCO, il piano deve essere testato più volte assieme a tutto il personale. Questo meccanismo permetterà di evidenziarne le debolezze e apportare correzioni.

Tutti i lavoratori devono essere al corrente del loro ruolo e di come portarlo a termine in una situazione di rischio. Quando il PCO è completo e funzionante, ciò che delinea una strategia vincente è infatti la prontezza d’azione.

Dovrai tenere il piano di continuità operativa sempre aggiornato e considerare l’eventuale espansione dell’azienda in termini di nuovi ambienti e nuovi lavoratori. Anche le innovazioni tecnologiche giocano un ruolo fondamentale e inserendole nel PCO potranno migliorare la messa in sicurezza dell’azienda.

Fonti: