Vai alla piattaforma
Cerca

24 Set 2020

L’Italia verso la digitalizzazione dei servizi: tutte le novità per cittadini e imprese

Immagine categoria

È del 16 settembre la notizia pubblicata sul sito della Ministra per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione (MID) Paola Pisano, che annuncia i prossimi passi per la digitalizzazione dei servizi per cittadini e imprese.

Con la diffusione del nuovo coronavirus e le conseguenti misure di contenimento e distanziamento, si è creato il bisogno di ricorrere a nuovi servizi per la Pubblica amministrazione, ad esempio tramite sportelli telematici. Il virus ha quindi dato la spinta al processo di digitalizzazione, oggetto del decreto “Semplificazione e innovazione digitale”, nel quale ne vengono poste le basi.

Le amministrazioni saranno tenute ad avviare i loro processi di trasformazione digitale entro il 28 febbraio 2021. Vediamo alcune delle novità.

SPID e CIE

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, o SPID, e la CIE (carta d’identità elettronica italiana) dal 28 febbraio 2021 saranno le sole credenziali a garantire l’accesso ai servizi della Pubblica amministrazione online, sia regionali, sia nazionali. Saranno inoltre considerati al pari di un qualsiasi documento d’identità, eliminando così l’obbligo, spesso presente, di allegare le fotocopie dei propri documenti durante le procedure telematiche.

App IO

Questa app, ora poco nota ma già utilizzabile durante l’emergenza per richiedere il bonus vacanze, sarà la base di ogni servizio digitale. Un passo importante per semplificare il rapporto e snellire la comunicazione tra i cittadini e la Pubblica amministrazione, potendo utilizzare l’app comodamente dal proprio smartphone.

La comunicazione digitale sostituisce la raccomandata

Per i cittadini e le aziende provvisti di “domicilio digitale”, coincidente con una casella di posta elettronica certificata (PEC) o altro metodo di comunicazione digitale certificato, non sarà più necessario ricorrere all’uso della raccomandata cartacea. Le comunicazioni con l’amministrazione potranno infatti avvenire in digitale. Contestualmente, non solo l’invio ma anche il “ritiro” degli atti avverrà via internet.

Per conoscere tutte le novità: https://bit.ly/32XAy65

Fonte: