Vai alla piattaforma
Cerca

17 Lug 2020

In Lombardia e Calabria nuovi finanziamenti alle imprese per ripartire dopo l’emergenza

Immagine categoria

Le regioni Lombardia e Calabria hanno pubblicato dei bandi con l’obiettivo di aiutare le imprese in difficoltà dopo gli scorsi mesi emergenziali. Scopriamo quali sono e a chi si rivolgono.

Regione Lombardia: Reattivi contro il Covid

Durante l’emergenza sanitaria di questi mesi molte aziende hanno riconvertito i propri processi produttivi per rispondere all’ingente richiesta di ventilatori polmonari, mascherine e altri dispositivi di protezione individuale (DPI).

Con un apposito bando, denominato “Reattivi contro il Covid”, la Regione Lombardia concede nuovi finanziamenti alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) impegnate nelle seguenti attività:

  • ampliamento della capacità delle medesime unità produttive già adibite alla produzione di dispositivi medici (DM) o anche di DPI;
  • riconversione delle unità produttive finalizzata alla produzione di DM, di mascherine chirurgiche ai sensi degli artt. 15 e 16 del D.L 18/2020 (Decreto “Cura Italia”) e di DPI.

Le risorse stanziate ammontano complessivamente a 10 milioni di euro (di cui 8,5 milioni per i DPI e 1,5 per i DM).

Il bando si rivolge a MPMI con almeno una sede operativa o un’unità locale situata in Lombardia e il contributo massimo erogato è pari a 500.000 euro, con una soglia minima di 40.000 euro per l’investimento effettuato. La Regione concederà un contributo a fondo perduto che copre il 75% della spesa ritenuta ammissibile.

Come partecipare al bando

Le imprese interessate hanno tempo fino al 15 ottobre 2020 per inviare la domanda di partecipazione. Devono registrarsi sulla piattaforma regionale Bandi online e, una volta convalidata la procedura di registrazione, avranno accesso ai moduli per l’adesione al Bando. Requisito fondamentale è che la richiesta di finanziamento sia inviata solo dopo aver realizzato l’investimento, ultimato i lavori di installazione e avviata la produzione. L’entità del contributo varia a seconda delle tempistiche di completamento dell’investimento rispetto alla data di pubblicazione del Bando (8 luglio 2020). Le spese ammissibili sono quelle sostenute a partire dallo scorso 8 marzo.

Regione Calabria: Accogli Calabria

Contributi a fondo perduto anche per le imprese calabre. Questa volta, però, il focus è sulle attività del comparto ricettivo, messo duramente alla prova dalle conseguenze economiche della pandemia.

Mentre il Governo ha varato diversi provvedimenti economici in soccorso del settore turismo e ha previsto un credito d’imposta per le spese sostenute dalle strutture per sanificazione e protezione, la Regione Calabria ha attivato l’iniziativa “Accogli Calabria”.

Nel complesso la Regione stanzia 20 milioni di euro, e l’attribuzione del contributo è determinata in base alle presenze turistiche registrate nel sistema SIRDART/ROSSMILLE dell’Osservatorio Turistico Regionale nell’anno 2018. L’importo massimo concedibile è pari a 160.000 euro; l’aiuto viene quantificato in modo diverso nel caso in cui l’impresa richiedente comprenda una o più strutture ricettive.

Come partecipare al bando

Le domande potranno essere presentate dal 23 luglio al 7 agosto 2020 e compilate secondo le linee guida rese disponibili sul sito di Calabria Europa e Fincalabra.

Tra le strutture destinatarie del Bando, i cui codici ATECO sono riportati nell’Allegato 4, ci sono:

  • hotel
  • villaggi turistici
  • bed and breakfast
  • alloggi per studenti
  • aree campeggio
  • case vacanze

Fonti: